Siamo ormai tutti a conoscenza che una delle principali cause di emissioni di anidride carbonica è rappresentata dall'energia consumata nell'edilizia per riscaldare gli ambienti e per l’acqua calda sanitaria.

Risparmiare energia significa quindi consumare meno energia, ridurre le spese di riscaldamento e condizionamento e migliorare le condizioni di vita all'interno dell’abitazione migliorando il suo livello di comfort ed il benessere di chi vi soggiorna e abita.

Risparmiare energia significa anche proteggere l’ambiente e contribuire alla riduzione globale dell’inquinamento, impegnarsi per ridurre i consumi di combustibile derivante da fonti fossili, investire in modo intelligente e produttivo i nostri risparmi.

In questi anni sono state emanate diverse leggi e norme che indicano criteri e requisiti sia per gli interventi di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente sia per la progettazione delle nuove costruzioni. Momenti propizi per operare anche un risparmio energetico possono essere i lavori di manutenzione ordinaria da effettuare sull'edificio.

L’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) fornisce informazioni mirate ai cittadini riguardo gli interventi di risparmio energetico da attuare per ridurre i consumi energetici negli appartamenti.