Uno degli emendamenti alla Legge di Stabilità 2016 previsto dal Governo, per favorire la sicurezza in casa dei cittadini, è il bonus “Sistema di Sicurezza 2016”.

Si tratta di un credito d’imposta con un limite massimo di 15milioni di euro, fino ad esaurimento risorse, per le spese effettuate dai cittadini privati per acquistare sistemi di videosorveglianza elettronica, allarmi e antifurti.

Possono fruire del bonus solo le persone fisiche, cioè i cittadini privati senza partita IVA.

Sono, quindi, esclusi gli artigiani, i commercianti, le società e le imprese anche individuali.

Questo credito d’imposta è, in pratica, un buono che il cittadino privato può utilizzare in sede di dichiarazione dei redditi detraendolo dalle tasse da pagare sul 730/2017 o sul modello Unico 2017.