La Passivhaus è un concetto di costruzione, è più di un semplice edificio a basso consumo energetico.

E’ un edificio che è veramente ad alta efficienza energetica, confortevole, a prezzi accessibili ed ecologico al tempo stesso.

E’ un edificio in grado di sostenersi per più giorni senza impiegare impianti attivi riducendo così il consumo energetico; consumo che, come previsto dalla direttiva 2010/31/ce, a partire dal 2020, dovrebbe essere quasi a 0 per tutti i nuovi edifici.

Vediamo più nel dettaglio che caratteristiche hanno le Passivhaus:

  • consentono per il riscaldamento e il raffreddamento relativi risparmi energetici fino al 90% rispetto al tipico edificio magazzino e oltre il 75% rispetto alla media dei nuovi edifici;
  • hanno un alto livello di comfort, sia durante i mesi freddi che i mesi caldi. Esse utilizzano fonti di energia all'interno dell'edificio, come il calore del corpo dei residenti o il calore solare che entra nell'edificio, rendendo il riscaldamento molto più facile;
  • sono apprezzate per il loro alto livello di isolamento e la loro tenuta d'aria. Finestre appropriate con un buon isolamento e un “guscio” edificio costituito da buoni pareti esterne coibentate, tetto e solaio che mantengono il calore durante l'inverno in casa e lo tengono fuori durante l'estate;
  • un sistema di ventilazione alimenta costantemente il processo d'aria fresca per una qualità dell'aria migliore e senza provocare correnti d'aria sgradevoli. Questo è, ad esempio, una garanzia per i bassi livelli di radon e migliora le condizioni di salute.

La Lombardia, in vista dell'applicazione obbligatoria nel 2020, ha introdotto, nel gennaio 2016, la normativa NZEB (Nearly Zero Energy Building).